da: Mazzantini, M. – Venuto al mondo (Mondadori, 2008)

Esperienze di tutti i giorni

La gente cammina ai margini del viale. Carne che scorre nella sua ordinata quotidianità. [p. 23]

… guarda la ragazza che adesso è aggrappata al muro come un cane che deve pisciare. [p. 35]

Non fumo da molti anni, ma stasera fumo scalza sul marciapiede perché ho bisogno di qualcosa che vada giù nella pancia e che bruci. [p. 37]

E mi sembra di sentirgli l’anima, ecco tutto. [p. 40]

Diego mi tende la mano. E’ un pezzo di carne ossuta che scotta e si attarda nella mia. [p. 40]

La brace della sigaretta nel buio è una torcia bagnata. [p. 79]

Il sudore mi cola in bocca… ha un sapore amaro, di tossine, di rabbia, sembra lo spurgo di un animale millenario, estinto. [p. 162]

…cose nostre che sono rimaste sole tutto il giorno e ora puzzano di silenzio. [p. 209]

Camminiamo appresso alla sua coda tra un anaconda fluttuante di persone malmesse… [p. 221]

La voce di Gojko è fango caldo… [p. 243]

Udito finissimo

Ascolto il rumore dei passi. Sembrano zoccoli di cavallo su un selciato anziano. [p. 25]

Diego arrivò correndo, sentii i suoi passi come schiaffi sul selciato.  [p. 139]

Erotismo estremo

E’ un bacio lungo, molle, le lingue sono lumache che attraversano una piazza. [p. 55]

Non s’è lavato per giorni per tenersi addosso la crosta della mia pelle. [p. 65]

Lui [mio padre] non entra nelle mie mutande, dev’essere a malapena entrato in quelle di mia madre. [p. 68]

… mi fa camminare i suoi occhi addosso, sulle gambe, sul vestito nero scollato, sul rossetto… [p. 112]

… i nostri corpi dormivano vicini senza darsi noia come due feti nello stesso sacco. [p. 116]

Un amore piccolo, piccolo, così…

Gli faccio spazio sulla panca, pochi centimetri di spazio dove lui scivola. [p. 42]

Fisiognomica etnica

Aveva i suoi occhi da uomo dei Balcani, fondi, minacciosi, pieni di antico onore. [p. 183

Ha una faccia larga, compatta, italiana, la fronte lucida di chi ha perso i capelli. [p. 474]

Grey’s Anatomy – versione ogm

Mi giro sul cuscino, macino respiri sonori. [p. 9]

Non rispondo subito, ho gli occhi laccati, immobili. [p. 12]

Gojko ha la bocca aperta, un’asola buia che fruscia. [p. 34]

Sprofondò nell’acqua, tornò su. I riccioli bagnati, incollati alla testa piccola, e quelle orecchie grandi e piatte come razze. [p. 134]

…la mia pancia era una sacca calda, piena di rumori benigni, di ragnatele bianche. [p. 157]

… guardavo i suoi piedi che si erano fatti prensili come zampe palmate. [p. 190]

La sua tosse ormai sembrava staccarsi da un cratere. [p. 371]

E quante volte guardando i monti ho pensato al suo ventre puntato verso di me come un cannone. [p. 397]

Si tocca le gambe per tenerle ferme, ma i muscoli friggono come salsicce in una padella. [p. 503]

Il corpo come un buco attraversato da un razzo, uno di quegli shuttle, di quegli sputnik, che entra dalla vagina e esce dalla testa. [p. 510]

La bocca di Aska è un cassetto aperto, un becco di carne morta… il brodo cade sul mento, come acqua da una fontana. [p. 511]

Gole profonde…

Scava indietro negli anni trascorsi per scolarsi il buco del tempo nella gola impudica di questo sguardo straziante e gioioso. [p. 20]

Rise, come rideva lui, nella gola che pareva un santuario o una discarica di ferro vecchi. [p. 118]

Lo guardo [il neonato] ma non lo vedo subito, lo vedrò dopo. Adesso lo ingoio. Apro la bocca per lo stupore e lui mi salta in gola. [p. 402]

…e altri organi in libertà

… capelli che hanno dormito e si sono svegliati. [p. 22]

… i suoi talloni corrono sui ciottoli… [p. 194]

…i denti che sbattono come un martello contro un chiodo. [p. 195]

Agitava un braccio, un unico braccio nero, che mi rimase negli occhi come un’unghia. [p. 202]

Precauzioni antiscippo

Me ne sto con le mani inchiodate al manico della borsa… [p. 156]

Prodigi della tecnica

… gli chiedo il suo numero di telefono. E’ un portatile, lo segno su un pezzo di carta con una penna che non scrive. (…) Arpiono il passato, calcando sul foglio… [p. 11]

… somiglia a suo padre, è un piccolo radar di onde perdute. [p- 102]

… riempiendo l’assegno in piedi contro il muro con la penna che non scriveva. [p. 117]

Il gatto si era tirato su, il collo allungato, le orecchie vibranti come piccoli radar. [p. 300]

Lui le fa vedere come funziona la macchina fotografica, come si cercano i fuochi sulla ghiera. [p. 491]

Fate la guerra

Com’è idiota la vita in tempo di pace. [p. 417]

Ricomincerà lo stupido affanno della pace. [p. 424]

Passato tragico

Cammino senza posarmi veramente in questa Sarajevo dove il passato pesa e fa rumore, come un barattolo al piede. [p. 297]

Eccessi di felicità…

Sono insanguinata da una strana euforia, una gioia violenta che mi taglia la testa. [p. 364]

… d’intelligenza…

… e, attraversandomi con quello sguardo unto, ebete di intelligenza… [p. 193]

…e di pianto

… a cinquantatré anni è facile pisciare lacrime incontinenti. [p. 21]

Gli tirai su la testa, infilai la lingua nei suoi occhi, leccai le lacrime. [p. 123]

E i suoi occhi sono paludi che trattengono a stento il pianto. [p. 286]

Cammino nel fango delle lacrime, affogo nell’asola di quegli occhi che non s’erano chiusi del tutto … [p. 374]

I luoghi dell’anima

Gli guardo le unghie, dove mi sembra si sia fermata l’anima. [p. 372]

Umorismo salvifico

Tanto ognuno parla a se stesso… gli basta fare una scoreggia, sentirsi acclamati dal proprio culo!” Il suo umorismo ci metteva al riparo, accanto a lui ci sentivamo in salvo. [p. 186]

Pillole di saggezza

Ma tu come fai a essere sempre così felice?” “Semplice, mi fa schifo la tristezza.” [p. 114]

La vita è un buco che s’infila in un altro buco. E stranamente lo riempie. [p. 528]

La venuta al mondo… di Gargantua

Gojko finalmente mi dà il bambino, ed è come passarsi un meteorite. [p. 404]

One Response to da: Mazzantini, M. – Venuto al mondo (Mondadori, 2008)

  1. ada Zucker says:

    non ho letto la mazzantini, ma mi bastano queste frasi per non leggerla mai!

Scrivi un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: