CRIMINI DELLA TV – RAI2

Non c’è che dire: almeno a giudicare dal primo episodio della serie Crimini prodotta dalla RAI e andata in onda ieri sera, Sabato 10 marzo, su RAI2, è stato consumato l’ennesimo crimine nella fiction raffazzonata dalla televisione di casa nostra.

Assolutamente ignaro (o, forse, dimentico) della prima serie, attratto dai nomi degli autori messi in gioco, testardamente risoluto a voler sperare che una qualche volta la fiction televisiva italiana riesca a mettere insieme qualcosa capace di varcare la soglia della decenza, ieri sera mi sono sorbito La doppia vita di Natalia Blum fino all’ultima stilla.

La mia tenacia è stata pesantemente castigata. Storia dall’andamento in gran parte prevedibilissimo – tranne per quell’imbranato isterico del protagonista –, regia che si stenta a credere possa appartenere al genere femminile per le assurdità avallate, per esempio,  nello studio del ginecologo, sceneggiatura zoppicante, perfino il bravo Emilio Solfrizzi costretto a recitar male una parte impossibile, un approccio alla realtà della vita delle prostitute che tracima nell’insultante, una scrittura, quella della protagonista, che dovrebbe provocare un’orticaria di rigetto in qualsiasi editor…

Insomma, per dirla in breve, visto che si è in tema di fiction, una vera e propria sfida – vinta a mani basse – contro chiunque volesse incaponirsi nel più eroico degli sforzi volto alla sospensione dell’incredulità.

Voglio rifugiarmi nella speranza che il racconto di Gianrico Carofiglio della raccolta curata da Einaudi fosse tutt’altra cosa (se non altro grazie allo stile della  scrittura) dalla versione televisiva: ma non sarò così masochista da effettuare una verifica.

Certo, a una seconda riflessione viene da chiedersi: ma non sarà che davvero nell’editoria nostrana operano o, addirittura, vanno per la maggiore editor del tipo di Marco Blasetti? Perché  in questo caso si spiegherebbe come mai anche l’editoria nazionale, soprattutto per quel che riguarda la narrativa italiana, riesce a macchiarsi di “crimini” che ben poco hanno da invidiare alla fiction TV.

Annunci

One Response to CRIMINI DELLA TV – RAI2

  1. Piero says:

    La mia domanda è:la trasmissione pomeridiana di Milo Infante (ma anche di Sposini su Rai 1) si occupa giornalmente da 4 mesi di Sara Scazzi.Fatto salvo il diritto/dovere d’informazione, possibile che tutti i giorni dobbiamo sorbirci 2 ore di questa tragedia?
    Quello che mi da’ più fastidio che questa gente senza idee LA PAGHIAMO NOI (anche se in compagnia di Santoro,Ventura,Sposini,travaglio, Fazio e tanti altri
    senza lode e senza professionalita’). Piero

Scrivi un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: